LA STORIA INFINITA DEI MIEI CAPELLI

Ho deciso di far pace con i miei capelli. Dopo anni di stiramenti, piastre e quant'altro ora per il quieto vivere ho messo da parte le paturnie e con esse ogni prodotto lisciante e spazzole speciali.
Inoltre a causarmi ulteriore stress è l'essere consapevole di non avere abbastanza tempo per la gestione di essi, orsu dunque i miei capelli sono corti, ma perdere tempo per lisciarli e metterli in piega mi deprime da morire. Il mio tempo come sapete è relativo dato che la mia famiglia necessita di tante attenzioni.
Inoltre non sono quel tipo di donna che ha l'appuntamento fisso dal coiffeur, perchè anche per quello serve tempo e organizzazione che io al momento non ho. In più, e non di poco conto è la spesa; andare tutte le settimane dal parruchiere non rientra nelle mia gestione "spese uscita" o perlopiù in quello di primo bisogno.
La svolta decisiva l'ho avuta cambiando parrucchiere. Per motivi sempre di tempo e di comodità andavo dal parrucchiere sotto casa; quando ho notato che la mia soddisfazione non era direttamente proporzionale a quello che spendevo sono tornata da una mia vecchia conoscenza che avevo lasciato non perchè non mi piacesse, ma perchè si era trasferito in periferia. Al nostro incontro non ci siamo detti nulla, è bastata una sola piega per ritrovare l'antica sintonia.
Io ho il problema dei capelli fini, senza volume, ne lisci, ne ricci, e lui soltanto con l'uso delle dita e di una pasta me li ha praticaente rinvigoriti. Ho provato successivamente a casa per conto mio, il risultato ovviamente non è stato lo stesso, ma mi ci sono avvicinata parecchio. Insomma vi sembrerà una cretinata, ma son contenta; ho da sempre avuto con i miei capelli un rapporto altalenante fatto perlopiù da insoddisfazione, ora non mi sembra vero, li guardo liberi e svolazzanti e sorrido.
Devo ammettere che in realtà la pasta, piuttosto che la spuma o gel, in questo caso è il prodotto che fa per me e che riesce a controllare e a ripristinare la natura del mio tipo di capello. A contatto con il calore del phon la pasta da appicciccosa diventa morbidissima e riesce così a dare "spessore" ad un tipo di capello moscio e senza vigore.
Questo post è dedicato ovviamente a tutte quante, ma spero allo stesso tempo di aver dato consigli e suggerimenti a tutte quelle ragazze che si ritrovano con il mio stesso tipo di capello.
Nel prossimo post (questo è già lungo), vi segnalo uno shampoo adatto e che resuscita la chioma.
Con affetto,
la Vostra Stella Cadente

6 commenti:

Dony ha detto...

....E non ti racconto la MIA storia infinita...Negli anni '80 lì ho tormentati con continue pemanenti,spume e gel di ogni genere...Nel '90 fase stiraggio assoluto con olii,maschere liscianti di ogni genere e tipo...Sempre alla ricerca del parrucchiere dei SOGNI,che ho incontrato solo di recente,nel senso appunto "che ci capiamo":io descrivo o porto la foto di un determinato taglio e lui non esegue quello che invece, ha in mente di fare...I miei capelli sono come i tuoi:nè lisci nè ricci,per il momento però insisto con il liscio,perchè ho acquistato una nuova piastra della GA.MA,la trovo favolosa,in pochi minuti la mattina ho i capelli in ordine e non è costata neanche molto...A chi interessa dirò il numero del modello.Ho scritto un romanzo,ma l'argomento CAPELLI mi tocca parecchio!!!!Buona Domenica;)

Anonimo ha detto...

Io sono sempre stata convinta che bisogna valorizzare e giocare con quello che la natura ci ha dato.
Io ho i capelli lisci ma dai 14 ai 24 anni mi piacevano i capelli ricci, per cui vai di permanente, schiume, creme etc.
Finalmente, forse grazie all'età che ha portato anche la saggezza :), mi sono accettata per quello che sono.
Per cui il consiglio è di trovare un bravo parrucchiere che sappia tagliare i capelli cioè valorizzarci con un taglio ad hoc.
Insomma lavoriamo tutte, il tempo è poco, per cui i tempi di asciugatura capelli devono essere i più brevi possibili. cosa attuabile solo se il taglio è fatto davvero bene.
Quindi viva il taglio e abbasso la piega.
Ciaooo
Melly

Lisa ha detto...

Ciao Dony,
evviva il parrucchiere dei sogni; se lo troviamo non dobbiamo farcelo sfuggire:)

Lisa ha detto...

CIAOOOOOO MIA CARA MELLYYYYYYYYY,
parole sante le tue.
T'abbraccio.

angela ha detto...

ciao stella cadente
io ti leggo sempre
cioè tutti i giorni leggo i tuoi post mi piacciono molto anche perche io come te adoro tutto ciò che è cosmetica sopratutto le fraganze che descrivi
lo sai fare in modo meraviglioso da diventare pericolosa perche invogli tanto e per una come me curiosa di tutto ciò che riguarda la cosmetica !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
il giorno dopo mi precipito a comprare e provare i prodotti che descrivi con tanta intensità
ti scrivi perche volevo che mi svelassi il nome dello shampo e della pasta che ti passa il parrucchiere dato che anchio ho i capelli molto fini e mosci mi interessava molto
cordialmente
angela

Lisa ha detto...

Ciao Angela e grazie per i meravigliosi complimenti:) La pasta io ho quella fibrosa V05 marchio londinese acquistato all'Auchan. La devi applicare modulando e facendo le prove solo sulla parte finale dei capelli, non sulle radici perchè avresti l'effetto opposto. Poi prendi il phon e li lavori un pochino con le mani, se vedi che sono ancora "mosci" prendi ancora pasta e la riapplichi nel modo in cui ti ho descritto sopra. Prova e fammi sapere come è andata. Un bacio.

Related Posts with Thumbnails