ARTICOLAZIONE CORSO PROFESSIONALE DIEGO DALLA PALMA

Care amiche, alcune di voi mi hanno chiesto nel dettaglio l'articolazione del corso a cui ho partecipato la settimana scorsa a Milano nella scuola del gran Diego.
Il Sig. Diego Dalla Palma, seppur figura presente, si avvale per questi corsi di un suo stretto collaboratore il Sig. Moreno Bettini.

E' composto di due giornate dalle 10.00 alle 18.00 con breve pausa pranzo; due ore e mezzo di teorie e le altre di pratica. Abbiamo effettuato un trucco giorno, sposa e sera.

Non essendo bravissima nella descrizione minuziosa dello stesso, mi faciliterò il lavoro e vi elencherò per sommi capi lo svolgimento in ordine di applicazione:

- la pelle del viso deve essere al massimo curata e deve avere un aspetto luminoso (a qualsiasi età possiamo e dobbiato esigerlo);
- in primis va applicata una base idratante illuminante. Non mi hanno spinto a comprare determinati marchi di prodotti; io, per mio conto, ho acquistato da Sephora la base illuminante idratante di Make up forever (presto ne farò un post);
- vanno corrette le imperfezioni per es. le occhiaie. Le occhiaie color bluastro vanno corrette con il pigmento color arancio; le macchie rosse come ad es. i capillari in superficie o i brufoletti vanno corretti con il correttore verde; il correttore giallo va applicato su macchie senili, macchie solari causate per es. da troppe lampade; il pallore grigiastro va corretto con il pigmento rosa). Quando parlo di pigmento, alludo sempre al correttore;
- esistono varie tipologie di fondi (più semplicemente fondotinta): gli stick sono adatti a pelli giovani, i cremosi per tutte le tipologie di pelli, i fluidi per pelli mature con l'uso di spugnetta, i compatti per pelli giovani;
- cipria, rigorosamente in polvere, e di una tonalità universale, da applicare per fissare alla perfezione il lavoro effettuato sin d'ora; compatta solo per effettuare ritocchi, quindi ottima quando si è fuori casa o per es. per un servizio fotografico (tra una foto e l'altra), o per un matrimonio; L'altra alternativa è la cipria di riso che è a base di amido di riso, quindi curativa e usato per ottenere un effetto porcellanato; la cipria color lilla (mi viene in mente quella fantastica ma costosissima di T.Leclerc) adatta per camuffare la stanchezza. La cipria va applicata esclusivamente con piumino di velluto.Per chi non fosse abituato al fondotinta, va applicata la cipria e successivamente una spolverata di terra (in modo circolare);
- trucco occhi: matita marrone per donna nordica con capelli e pelle chiara, matita nera per donne mediterrane con capelli e pelle scura; donne castane sia matita nera che marrone
- i colori si dividono in: caldi per le nordiche (sono tutti quei colori che contengono l'arancio); e freddi e squillanti per mediterrane (blu, viola, lilla, lavanda, verde); colori naturali per tutte le persone molto chiare, quindi terre chiare, colori ambrati e mielati; Il rosa mette in evidenza l'occhio azzurrro, il viola mette in evidenza l'occhio verde; per le donne rosse, quindi spesso con efelidi vanno utilizzati colori bronzo, rame, ruggine, oro, verde secco, tabacco e nientepopodimeno con rossetto rosso.
- gli occhi medio/grandi e sporgenti vanno corretti con un ombretto scuro sfumato molto bene nella palpebra mobile fino all'incavo, successivamente nella piega palpebrale va applicato un colore medio e chiaro sotto l'arcata sopraccigliare (attenzione sotto l'arcata va applicato sempre un colore chiaro, da evitare il bianco assoluto). Il risultato deve essere una gradazione di colore e mai uno stacco netto.
- occhi vicini vanno corretti così: applicare un ombretto chiaro nella palpebra mobile partendo dall'interno dell'occhio fino a tre quarti di questo e poi sfumare verso l'esterno un colore scuro. Sotto l'arcata sopraccigliare va applicato il colore chiaro;
- per ingrandire l'occhio va applicata la matita nell'attaccatura inferiore dell'occhio partendo da metà e sfumandola verso l'esterno;
- per togliere la rotondità dell'occhio applicare la matita nera su tutta l'attaccatura delle ciglia inferiori;
- l'occhio infossato va corretto lavorando con gli ombretti chiari;
- le sopracciglia vanno corrette con una mina dura color tortora e poi lavorate e sfumate con il pennello; i peletti non vanno mai strappati sopra l'arco. Per le dimensioni corrette delle sopracciglia va fatto un discorso a parte che vi spiegherò più avanti in quanto complesso e lungo.
- il mascara va applicato rigorosamente nero per tutte le tipologie; marrone per le carnagioni chiarissime; mentre i mascara colorati vanno applicati dopo aver messo il mascara nero e soltanto sulle punte delle ciglia superiori. Quando estraete lo scovolino state attente a fare questa operazione: pulitelo ai bordi per toglierne l'eccesso e non lasciatelo per molto tempo aperto in quanto facilmente deteriorabile.
- fard: colori opachi per visi rotondi e paffuti e/o per tutte le tipologie; luminosi per visi magri. Il fard va steso così: per i visi paffuti si parte dalla tempia e con movimenti circolari si procede fino a quasi la bocca; per visi lunghi e magri si procede dalle tempie fino verso il naso (per ridefinire il volume del volto)
- trucco labbra: la matita labbra deve essere morbida e deve essere scelta in base al rossetto: quindi di un tono leggermente più scuro o al massimo uguale al rossetto;
- le labbra carnose devono essere truccate con colori naturali o comunque tendenti allo scuro; le labbra sottili e piccole vanno truccate con tutti i colori squillanti e vivaci, ottimo il rosso, i luminosi perlati con eventuale applicazione di gloss. Le labbra (superiori e inferiori) devono avere lo stesso volume, quindi si devono poter apportare le giuste modifiche con la matita non dimenticandosi degli angoli della bocca. Per labbra molto piccole si può leggermente andare fuori dai contorni. Per una bocca bella e ben proporzionata si può colorare con la matita tutta la bocca per poi passare un velo di lucido.
- Zona di lavoro: per truccare è necessario farlo con luce calda o possibilmente con la luce del giorno per non avere un effetto falsato dei colori.
- pennelli necessari: pennello per eyeliner, 3 per labbra, 4 e 5 per rifinire i contorni dell'occhio, 8 per sfumare la matita nella parte sup. dell'occhio e palpebra mobile, 12 per sfumare gli ombretti, 24,26,28 per il fard, 30 per la terra o per eliminare eccesso di cipria.

Il fondo va applicato, come vi dicevo con una spugnetta asciutta, tamponando con attenzione il prodotto (non strisciando il prodotto, perchè così lo portate via, ma tamponando); fate attenzione il fondo va applicato dal mento in su e non viceversa e deve essere dello stesso colore del vostro incarnato (non va applicato sul collo e neanche sulle orecchie). Va applicato anche sulla bocca, sulle palpebre e non sulle sopracciglia; con la spughetta umida per un effetto più naturale;
La cipia va applicata con il piumino di velluto; prelevate con una parte del piumino la cipria e successivamente toglietene l'eccesso sbattendolo tra le mani; non vi preoccupate, sbattete forte in quanto la parte necessaria resta impressa nel piumino; iniziare dall'alto e tamponate bene compresi lobi orecchie e collo;
Per applicare gli ombretti tendete sempre la palpebra con le dita e lavorate in modo delicato, il mascara va applicato facendo guardare la modella in basso e tirando su con le dita la palpebra partendo dalle ciglia superiori con un movimento a zig zag e fate attenzione a lavorare le ciglia più esterne.
Se volete applicare una polvere illuminante a fine trucco i punti precisi sono: fronte, parte alta zigomo, naso e mento.
Come ultimo tocco potete applicare un fissatore per trucco o più semplicemente potete spruzzare a una distanza di un paio di metri del tonico.
La bocca è la parte più complessa e laboriosa di tutto il viso; quindi vi consiglio di provare provare e provare fino al raggiungimento della perfezione. (sempre dal vostro punto di vista).
Inoltre, dopo gli anta (quindi anche per me), si dovrebbero applicare colori naturali e neutri (tutta la nuance dei marroni, terra, avorio, sabbia ecc.) evitando i colori accesi.

Questo, care ragazze è il sunto di tutto ciò che mi è stato insegnato; spero di esservi stata utile e di avervi dato delle informazioni precise. Tenete presente che secondo me si possono adoperare tutti i colori se ben dosati e che questi sopra elencati sono dei punti di base e di partenza per avere l'idea della realizzazione di un buon trucco. Ovviamente il mio pensiero è quello di usare parsimonia nei colori dove necessario, ma di utilizzare tutta la vostra creatività in tutte le altre circostanze. Ad una sposa i colori dovranno essere calibrati e ben studiati, per un trucco da sera la questione è un'altra.

CONSIGLIO ACQUISTI: Il maestro non ha utilizzato soltanto prodotti firmati Diego Dalla Palma, ma ho potuto osservare cose interessanti; per struccare le modelle abbiamo usati i prodotti della Sant'Angelica (in farmacia): voto 8
Per gli ombretti, abbiamo usato quella della MADINA, marchio giovane e frizzante, per es. una palette di 4 ombretti costa circa 10 euro: voto 8
Identico discorso per le matite occhi, morbide quanto necessario per poterle sfumare a dovere: voto 8
Il sito è molto carino www.madina.it
NOTA IMPORTANTE: io questa cosa non la sapevo e quindi sono molto contenta di condividerla con voi: presentandomi con l'attestato di frequentazione al corso e quindi come truccatrice, Madina mi ha applicato lo sconto del 40% sui prodotti; la stessa cosa lo fa MAC.

A presto care amiche e fatemi sapere se vi è tutto chiaro o se volete maggiori delucidazioni; io sono qui per voi:)
A presto
Stella Cadente

11 commenti:

Dony ha detto...

Bravissima Lisa,sei stata dettagliata e precisa come sempre!! Il make up Forever mi attrae moltissimo,in modo particolare il fondotinta viso e body resistente all'acqua,l'hai mai provato?

Anonimo ha detto...

credevo che dalla palma si fosse ritirato, o forse ha solo venduto il marchio creme. grazie per la sintesi


lella

Mauryzya ha detto...

Grazie per le info Lisa, ho letto davvero tutto con gusto. Faremo tesoro tutte di questa lezione.
bacioni

Lisa ha detto...

Ciao Dony,
ancora non ho provato nessun fondotinta di questa marca, ma ho comprato via mail il seto base di pennelli e forse sarò l'unica a dirtelo, ma a me sembrano un po' duretti. Mi trovo invece benissimo con quelli della MAC
A presto mia cara

Lisa ha detto...

Si Lella,
hai ragione tu, Diegone si è ritirato ed ha venduto il suo marchio, ma è onnipresente e credimi è ancora molto ricercato. Si avvale di collaboratori fidati e so che è un grande perchè gli ho scritto una mail prendendo l'indirizzo su "donna moderna" e lui dopo pochi giorni mi ha mandato una mail bellissima e che custodisco gelosamente.
A presto. Lisa

Lisa ha detto...

Ciao mia cara Maury,
ho apportato delle modifiche, quindi se ti aggrada rileggila al volo. Il corso mi è molto servito perchè ho corretto degli errori madornali che commettevo quotidianamente. Es. Il fondotinta molte volte lo strisciavo, la cipria non la tamponavo bene, la matita la sfumavo male e la bocca l'ho sempre messa in secondo piano, con il risultato di prendermi un cazziattone dal maestro.

Mauryzya ha detto...

Cioa Lisa, ho letto le modifiche e con gran piacere l'ultima parte: mannaggia che scontoni che fanno!!!!
Caspita...spetta che ti scrivo una mail che ti devo chiedere una cosa.
Per adesso baciotti!

Anonimo ha detto...

devo vedere le modifiche, ma grazie per la sintesi veramente, veramente utile . faccio i tuoi stessi errori, non parliamo dell'uso matite labbra .... ti hanno suggerito anche qualche libro?

ciao, lella

Lisa ha detto...

Ciao Lella,
non mi ha consigliato un libro in particolare, ma mi ha suggerito di comprare dei libri che "costicchiano" in generale, perchè secondo lui sono i più dettagliati e curati. Io, di mio ti posso dire che ho comprato il libro di Stefano Anselmo che è stupendo e che ha acquistato anche Mauryzya.
A presto Lella.
Lisa

Anonimo ha detto...

avevo visto la recensione di anselmi, che in effetti è un big del make up, ma speravo che diego avesse scritto qualcosa.
altra domanda: la mitica cipria di riso, dove si vende? e sono curiosa di leggere la recensione della base MAKE UP F.

Grazie, lella

Lisa ha detto...

Cara Lella,
la cipria di riso la fa anche Diego Dalla Palma, ma immagino tu possa trovarla di altre ditte. Controlla che non ti prendino in giro, ovviamente oltre ad esserci scritto "cipria di riso" è completamente BIANCA.
Baci. Lisa
P.S. Di Digo non possiedo nessun libro, ma mai dire mai:)

Related Posts with Thumbnails